Nuovo blog

Visto il nuovo blog sulle tematiche di Marketing ?

https://massimofacchinetti.wordpress.com

Diamoci un’occhiata e fatemi sapere che cosa ne pensate… Questo continua a rimanere attivo peraltro.

Annunci

10 tip “al fluoro” per i titoli dei vostri blog

IMG_1030

Dare titoli ai propri articoli può essere la chiave per “sfondare” nella curiosità dei lettori.

Ma come farsi venire l’idea giusta? Lo spazio per la creatività non mancherà di certo se seguite questi “tip” molto semplici che abbiamo cominciato noi stessi ad adottare…

 

 

1. inserite domande nei vostri titoli

2. incitate all’azione

3. risolvete un problema

4. includete keywords

5. date qualche accenno al contenuto dell’articolo

6. evitate le buzzword o fatevi attenzione

7. citate la vostra audience

8. usate l’allitterazione

9. mantenetevi molto “short”

10. divertitevi con lo humour…

Volete qualche esempio? Provate a leggere l’articolo che ci ha ispirato

Social Media Statistics 2014: un primo assaggio

Ecco un primo assaggio della revisione delle statistiche che stiamo facendo per il 2014.

Ci limitiamo per ora a commentare un infografico che trovate per intero e con l’articolo originale a questo indirizzo web e da cui prendiamo due dati fondamentali…

E’ chiaro che Facebook è diventato LO strumento per usare Internet, il 46% degli utenti internet lo usano e dobbiamo considerare che in Cina è bandito…

Il sito di Ecommerce Alibaba realizza più vendite da solo che Ebay ed Amazon messi insieme…

Se ci pare poco consultiamo le altre statistiche…

7-shocking-stats-wcreditsv1

 

Chi crea contenuto vola alto

picjumbo.com_IMG_9575

Perché oggi la creazione di contenuto (testi, foto, video…) è diventata un fatto molto rilevante sia per le aziende che per gli individui?  e quali aziende hanno più successo di altre? Questi e altri fatti sono da sempre l’oggetto tra l’altro di questo blog.

Guardate ad esempio cosa fanno Nike e Starbucks con Instagram, nell’articolo Starbucks and Nike are winning Instagram. Si tratta solo di un esempio. Oggi la maggior parte dei brand sta organizzandosi per diventare un Medium, cioè un produttore e un distributore di contenuti.

Perché?

Esiste una ragione molto semplice ma che nasconde la grande complessità del mondo odierno. La grande sovrapproduzione di oggetti, servizi, offerte e la grande sovraesposizione a schermi, messaggi e contenuti di ogni genere rende sempre più necessario strutturare i propri contenuti sotto forma di strategie sofisticate…

Ad esempio persino i quotidiani come il Guardian stanno rivedendo la loro strategia editoriale attraverso piani di Content Marketing molto sofisticati. Leggete l’articolo The Launch of Guardian Labs per capire come il contenuto può diventare una fonte di business…

Insomma, sempre più difficile ma anche sempre più in alto…

 

Come creare un sondaggio su Facebook 2013

Massimo Facchinetti 2013-11-30 12-04-21A grande richiesta ho lavorato su questo tema e ho finalmente trovato un’applicazione che mi pare funzioni come si deve. La sto ancora testando quindi prendiamo con beneficio di inventario quello che dico…

Si tratta di https://apps.facebook.com/opinionpolls e per il momento mi pare che serva a creare un sondaggio che si pubblica in modo pulito sulla vostra pagina Facebook e consente di invitare amici, pubblicare sulla loro bacheca, eccetera.

Tutto ciò gratuitamente ma a prezzo di accettare delle pubblicità, mentre a pagamento ci sono funzioni aggiuntive e libere da commercial.

Datemi una mano a valutarla, rispondete al mio sondaggio di test e fatemi sapere. Grazie…

I brand più seguiti su Facebook: un esempio

Gli asset digitali di cui ho parlato nell’ultimo articolo stanno crescendo velocemente. La Fan Page di The Blossom Avenue è quasi arrivata a 2000 like dall’inizio di Agosto, cioè ad un ritmo di più di 1000 like al mese.

The Blossom Avenue 2013-09-25 07-45-32

L’interazione con la comunità comincia ora ad essere elevata e la scorsa settimana abbiamo svolto un mini-quiz a premi che è stato risposto in pochi minuti…

La pagina si ispira alla missione dell’azienda, che si occupa di progettazione architettonica, urbanistica e di sviluppo di iniziative immobiliari. Ma in modo da comunicare molto direttamente la missione dell’azienda per far “germogliare” iniziative di cura del territorio e di rinascita di aree ed edifici maltrattati dal tempo grazie al coinvolgimento di comunità pubbliche e private.

Insomma, come un business che non è certo “di largo consumo” può assumere una carica virale significativa se si lavora sugli aspetti della marca e se si riesce ad essere innovativi dal punto di vista della comunicazione di marca.

Attendo i vostri commenti su The Blossom Avenue e soprattutto sulla Fan Page. Di questo tema parleremo ancora come “caso di scuola” sulla strategia di marca…